© Annje Bonnje - scuola di vela

TANTE ISOLE INCANTATE TRA ULIVI E CICALE

lefka, paxos, antipaxos, cefalonia, itaca, kalamos, kastos e zante

dal 4 al 18 agosto - 14 giorni - imbarco e sbarco da Corfu 

barche da oltre 40 piedi - da 3 cabine - quota di partecipazione individuale 1250€

navigazione facile - adatta a famiglie con bambini

Ci troveremo a Corfù  il giorno 4 agosto nel pomeriggio. Sistemazione dei bagagli, delle cabine e prima cambusa. Cena tutti insieme a provare la prima taverna?

Il giorno seguente partenza per l’isola di Paxos dove si farà sosta per la notte a  porto Lakka un pittoresco e vivace villaggio situato sul lato nord est dell’isola. 

La mattina dopo si raggiungeranno: prima una spettacolare grotta dai riflessi turchesi ben mimetizzata da una minuscola entrata sul lato occidentale di Paxos  e poi Porto Gaios: un porticciolo, quasi canale, creato da un isolotto a pochi metri dal villaggio ... in serata taverne e localini: un po’ di vita notturna. 

Da porto Gaios (all’alba) partenza per l'isola di Antipaxos dove faremo un bagno in un acqua incredibilmente trasparente per un fondale ed una spiaggia di finissima sabbia bianca. Purtroppo, però, bisogna “scappare” prima di mezzogiorno poiché, in tarda mattinata,  innumerevoli imbarcazioni, moto d’acqua, bagnanti, ecc. ne cancellano ogni poesia. 

I giorni seguenti li dedicheremo ad alcune isole dove piccoli villaggi di pescatori ed agricoltori conservano la magia e la quiete dei tempi passati: Kalamos e Kastos.  Ulivi, antichi mulini a vento, un simpatico e “pope” con cui conversare, un “ouzo” alla taverna sul porto seduti ad uno sgangherato tavolino di ferro riparato dal sole dall’enorme chioma di un albero secolare.

Da lì via, di nuovo verso sud, prima Itaca e poi Zante dove, se il mare ce lo permetterà, visiteremo la celeberrima spiaggia della nave infrequentabile oltre le dieci del mattino per l’esagerato via vai di battellini stracarichi di turisti.

Da qui si invertirà la rotta e si metterà prua verso nord, verso Cefalonia. Raggiungeremo dapprima Argostoli, capitale dell’isola, per un po’ di vita sociale e poi la spettacolare e solitaria spiaggia bianca di Myrtou. Grigliata serale di tutti gli equipaggi? 

Per la tappa seguente si resterà su Cefalonia e si cercherà di trovar posto a Fiskardo, un villaggio molto pittoresco ma sempre (purtroppo) preso d’assalto da orde di turisti. Notte in vita. Era questa la nostra ultima tappa: il giorno dopo si torna a Lefkas, non senza, però, un ultimo bagno all’ancora.